CuriositàTrasforma i pensieri negativi in positivi: come possiamo farlo?

31/10/2018 - 12h

Sperimentare il dialogo negativo, di veto e ossessivo nella nostra mente ci dà la sensazione di navigare intrappolati in un buco nero. La luce si spegne e le speranze svaniscono, una per una.

Quindi, imparare a trasformare pensieri negativi in positivi è più che una necessità, è uno strumento di sopravvivenza e di salute per ridurre il carico di ansia e andare avanti in pienezza.

Gli esperti di psicologia emozionale affermano che è lecito avere fino a tre pensieri negativi al giorno. Alla fine della giornata, non si tratta di chiudere gli occhi davanti alla realtà, di abbassare la testa di fronte alle difficoltà, alle paure e alle preoccupazioni.

La chiave è focalizzata sul non lasciarsi trascinare da quei modelli di pensiero in cui quasi, senza sapere come, vietiamo l'ingresso alla resilienza, al superamento, alla motivazione o al miglioramento personale. 

Impara a trasformare i pensieri negativi in positivi

Uno stato emotivo negativo finisce per generare pensieri negativi e nutrirsi di essi. Questo è qualcosa che molti di noi capiscono, ma non sempre lo percepiamo. E non lo facciamo perché non ci concediamo il tempo o le giuste strategie per gestire meglio quegli universi emotivi dannosi.

Ad esempio, ci riferiamo a quel sentimento con il quale a volte torniamo dal lavoro, dove la stanchezza, il disagio e l'angoscia ci circondano come un gigantesco satellite. Tuttavia, non vogliamo prestarvi attenzione, preferiamo disconnetterci e non andare in profondità nella radice dei problemi, in quei buchi neri che stanno diventando più grandi, ma ai quali neghiamo i nostri occhi.

Giorno dopo giorno, quelle emozioni negative finiscono per cambiare il discorso interno e la qualità dei nostri pensieri. Il disagio e la frustrazione fanno germinare quegli schemi mentali dove cresce solo il dialogo negativo e ossessivo. Quindi, e nel caso in cui questi stati si allunghino molto nel tempo, finiremo per lasciare la porta socchiusa in modo che arrivi l'ombra della depressione o dei disturbi d'ansia.

Riformulare il pensiero in modo appropriato

Riformulare i nostri pensieri in un modo più adeguato pesa sempre sul tuo potere negativo. Ora, dobbiamo farlo correttamente e non lasciarsi trasportare da una positività ingenua e irrealistica. Alcuni esempi:

- Mi manderanno fuori dal mio lavoro ⇔ A partire da oggi non ci sono prove evidenti che ciò accadrà, inoltre sto lavorando bene. D'altra parte, nel caso in cui ciò accadesse, so che devo essere preparato. Quindi quello che devo fare è preparare altre uscite nel caso succeda mentre cerco di dare il massimo nel mio lavoro.

- Penso che il mio partner non mi ami più. ⇔ Quali prove devo pensare? Se ci credo davvero, dovrei parlargli. Devo capire che le relazioni devono essere lavorate giorno per giorno, e se il mio atteggiamento è negativo, peggiorerò la situazione.

- Ho paura, ho la sensazione che succederà qualcosa di brutto ⇔ Cosa mi fa pensare questo? C'è qualcosa che non va nella mia vita? Devo capire che va tutto bene oggi, sto bene. 

La cosa migliore è distrarre la mia mente in altre cose, avviare altri progetti, nuovi hobby per trovare motivazione.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
emozionisentimentipensierinegativipositivitrasformare